Voi sapevate già tutto delle torture in Libia, risparmiateci almeno la sorpresa indignata

Voi sapevate già tutto delle torture in Libia, risparmiateci almeno la sorpresa indignata

Oggi Piero Sansonetti scrive un editoriale giustamente indignato sul suo giornale a proposito delle torture in Libia. Sostiene, Sansonetti, che l’Europa non potrà più far finta di non vedere e di non sapere ciò che sta accadendo in Libia, dopo che il Papa ha visto un video terribile sulle condizioni dei prigionieri dei campi libici. Torture, sevizie, violenze raccapriccianti:

«È chiaro che non si può fare nessun accordo con la Libia e che è pura follia respingere chiunque verso quel paese».

Piero Bartolo su Repubblica ricorda di avere curato 300mila persone, provenienti dalla Libia e vittime di abusi di ogni tipo.

«Vi dico che la Libia è un porto di morte».

Ecco, oltre allo scandalo libico, c’è lo scandalo italiano e europeo, che riguarda la quasi totalità dei nostri rappresentanti, passati e presenti, nelle nostre istituzioni. Perché tutto ciò che quel video denuncia era già noto a tutti quanti. A chi doveva decidere, a chi doveva raccontare, a chi doveva commentare scelte politiche che in quel porto di morte hanno costretto le persone, hanno inteso riportarcele con l’ausilio della sedicente Guardia costiera libica che abbiamo dotato dei mezzi necessari, hanno voluto stipulare accordi indecenti senza nemmeno passare dal Parlamento.

Si sono detti: troppi migranti, che facciamo? Tratteniamoli in Libia. A qualsiasi costo. Per evitare che qualche decina di migliaia di persone arrivasse in un continente che di persone ne conta 600 milioni, hanno tollerato e addirittura sostenuto la violenza sistematica contro donne e uomini disperati, privati della loro libertà, seviziati, venduti come schiavi. In nome dell’emergenza. E tutti a dire, aiutiamoli a casa loro. Certo. Torturiamoli, volevano dire.

Scoprirlo ora è uno scandalo nello scandalo, una vergogna nella vergogna.

Quando mi misi a scrivere Voi sapete, sapevamo già tutto. Avevamo testimonianze, libri, articoli, reportage. Erano già pieni gli scaffali delle librerie. E non sapevo più che cosa fare, nell’indifferenza generale, per denunciarlo.

E siccome questo è il paese dei paradossi indegni, per commentare la disumanità di Salvini, ieri sera, in tv c’era il ministro che per conto del governo precedente aveva costruito questa soluzione, apprezzata da tutti. Una soluzione disumana. Finale. Imperdonabile.

Lascia un commento

Chiudi il menu